Linee etiche ed editoriali

Le seguenti linee etiche ed editoriali sono ispirate, oltre a quelle già indicate, alle disposizioni vigenti in materia e alle raccomandazioni del COPE (Committee on Publication Ethics):
1. La composizione della rivista è individuata dalla Direzione in studiosi affiliati alle Università o a enti e istituti di ricerca in misura almeno pari alla somma delle altre componenti, e da studiosi dotati di prestigio nella comunità scientifica internazionale.
2. Per incoraggiare la ricerca scientifica e le pratiche della ricerca fra giovani studiosi, la Direzione ha individuato come componenti degli organi della rivista anche ricercatori indipendenti e ricercatori a inizio carriera. Essi possono inviare il proprio contributo, seguendo le norme per gli autori al fine di preservare l’anonimato.
3. Il rapporto tra la Direzione e il Comitato scientifico è fondato sull’indipendenza di giudizio e sulla collaborazione per migliorare scientificamente i criteri di qualità e di sostenibilità per la rivista, senza interferenze da parte del direttore editoriale e/o dalla casa editrice, che segnala ogni eventuale problema esclusivamente alla Direzione.
4. I componenti della rivista si impegnano ad accettare i contributi per il loro contenuto scientifico, senza porre in atto discriminazioni per motivi di razza, sesso, orientamento sessuale, credo religioso, origine etnica, cittadinanza, orientamento scientifico, accademico o politico degli autori, o di conflitti personali.
5. I componenti della Direzione si impegnano a non comunicare agli autori dei contributi l’identità dei revisori individuati al fine di tutelare la riservatezza delle procedure di referaggio a doppio cieco.
6. I contributi, ai fini del referaggio a doppio cieco, sono inviati ai revisori privi di indicazione del nome dell’autore e di ogni altro riferimento, e sono contrassegnati da un eventuale codice alfanumerico attribuito dal responsabile della Segreteria di redazione, che avrà altresì verificato che il nome dell’autore non sia presente nelle proprietà nascoste del file.
7. Ogni contributo è pubblicato riportando la data di ricezione e la data di accettazione.
8. Se un componente della rivista rileva qualsiasi tipo di violazione delle linee etiche in un contributo pubblicato o nelle procedure di referaggio paritario, o una dichiarazione fraudolenta dell’autore sull’originalità del contributo deve dare tempestiva comunicazione alla Direzione che: informerà l’autore; avvierà le azioni necessarie per accertare la violazione; e, in caso di necessità, ritirerà il contributo o pubblicherà una ritrattazione.
9. Il responsabile della Segreteria di redazione (o, in sua assenza, il vice responsabile) s’impegna a non divulgare a un soggetto diverso, compresi gli altri componenti della Segreteria di redazione, alcuna informazione sui contributi inviati né indicazione che possa fare risalire all’identità dell’autore, pena la tempestiva esclusione dalla rivista.
10. Nel caso che un componente della Direzione invii un contributo, seguirà le stesse procedure degli autori proponenti. La responsabile della Segreteria di redazione ha la facoltà di inviare la copia anonima ad altro componente della Direzione o a un componente del Comitato scientifico. Il componente la trasmetterà a due revisori, o, nel caso voglia svolgere egli/ella stesa il referaggio, a un altro revisore. Nel caso che un membro della Segreteria di redazione invii un contributo, seguirà le stesse procedure degli autori proponenti.
11. La selezione dei revisori è ispirata al principio di leale cooperazione istituzionale ed è retta da criteri di correttezza, obiettività, imparzialità e riservatezza.
12. I componenti della rivista e i revisori anonimi sono altresì vincolati dalle disposizioni di legge vigenti in materia di diffamazione, plagio, auto-plagio o di altre violazioni della proprietà intellettuale, e sono vincolati al rispetto della riservatezza sui contributi inviati e delle linee etiche condivise dalla comunità accademica internazionale. Le informazioni o le idee acquisite dai revisori e dagli organi della rivista, tramite la corrispondenza o il referaggio dei contributi, devono essere mantenute riservate e non utilizzate per beneficio personale o a beneficio di terzi o al fine di screditare qualcuno.
13. Ogni contributo proposto alla rivista e alla collana è sottoposto a una vigile verifica volta a rilevare violazioni di copyright o reati di plagio, ricorrendo eventualmente a software antiplagio.
14. I revisori devono segnalare alla Direzione ogni caso in cui ravvisino una conformità o similarità sostanziale tra il contributo in esame e qualsiasi altro testo pubblicato di cui sono a conoscenza. In questo caso, terminata la procedura di referaggio paritario, la Direzione accerterà se ciò sia dovuto a eventuale plagio.
15. I revisori individuati che siano impossibilitati per qualsiasi motivo a svolgere il referaggio paritario del contributo nei tempi richiesti, o comunichino potenziali conflitti di interesse, devono entro 48 ore notificare la propria decisione alla Direzione, rinunciando a partecipare al referaggio.
16. Se il contributo è accettato, esso è destinato alla pubblicazione. Se il contributo è rifiutato o rispedito per una maggiore o minore revisione, la scheda di valutazione deve includere commenti costruttivi dei revisori per aiutare l’autore a migliorare il testo. Se il contributo è rinviato all’autore per la revisione, i revisori riceveranno la nuova versione. Se la Direzione riceve valutazioni divergenti, il contributo è inviato a un terzo revisore (referee adjudicator), individuato fra gli organi della rivista o esterno ad essa. Tuttavia, laddove sono richieste solo modifiche o integrazioni minori, tale revisione successiva non è vincolante e può essere effettuata dalla Direzione.
17. In considerazione dell’esiguo numero, in campo nazionale e internazionale, di studiosi afferenti al settore scientifico-disciplinare L-LIN/20, e a eventuali altri settori scientifico-disciplinari, la Direzione ha la facoltà di scegliere i due revisori fra gli organi della rivista, accertandosi che la lingua con cui sia scritto il contributo sia loro comprensibile. Per lo stesso motivo la lista complessiva dei revisori anonimi individuati è pubblicata sulla rivista a scadenza biennale, e non annuale, al fine di non permettere facilmente di determinare l’abbinamento dei revisori ai contributi valutati. A tal fine sia la Direzione sia i revisori anonimi sono tenuti alla massima segretezza, anche in data successiva alla pubblicazione dei contributi.
18. Gli autori in nessun modo possono richiedere di conoscere l’identità dei revisori del proprio contributo o del componente della Direzione responsabile della trasmissione del contributo al referaggio paritario.
19. Gli autori, oltre a presentare la dichiarazione firmata in base alle indicazioni stabilite dalle “Norme per l’autore”, s’impegnano altresì a indicare sempre nel proprio contributo il riferimento corretto, chiaro e puntale al lavoro scientifico di altri autori, fornendo l’indicazione delle fonti e dei contributi scientifici citati nei loro contributi, onde evitare violazioni di copyright o reati di plagio; e, nei ringraziamenti, ad altri soggetti che hanno partecipato a qualsiasi aspetto essenziale del contributo.
20. Al fine di incoraggiare il dibattito scientifico, gli autori che sono oggetto di critica sono tutelati dalla garanzia del diritto di replica in una sezione della rivista.
21. La rivista non richiede agli autori alcun pagamento di oneri pecuniari per pubblicare i contributi (APC) in open access, né vi sono oneri a carico dei lettori, ad eccezione di coloro che ordinano copie in formato cartaceo. Inoltre, non si prevedono costi per il referaggio paritario.
22. Saggi, atti di convegno, monografie ed edizioni critiche, editi nella collana “Quaderni di Synergheion”, sono soggetti a referaggio paritario in doppio cieco. Non sono pubblicati in open access e prevedono un contributo per la pubblicazione, i cui termini economici sono stabiliti dalla casa editrice. Essi sono resi disponibili come e-book o in formato cartaceo o in entrambi i formati, conformemente ai termini dell’accordo tra la casa editrice e gli autori. Ogni volume è prodotto con un design, una composizione tipografica e una distribuzione che seguono standard di alta qualità. Nel caso di pubblicazioni a stampa, essi possono avere, su richiesta, una copertina rigida o in brossura.
23. L’uso di ogni materiale pubblicato in Synergheion e in “Quaderni di Synergheion” sarà disponibile in base ai termini e alle condizioni standard della licenza Creative Commons, con l’integrazione relativa alle condizioni del fair use di cui all’art. 70 della legge 633/41: «Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica, l’utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali. È consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro. Nelle antologie ad uso scolastico, la riproduzione non può superare la misura determinata dal regolamento, il quale fissa la modalità per la determinazione dell’equo compenso. Il riassunto, la citazione o la riproduzione debbono essere sempre accompagnati dalla menzione del titolo dell’opera, dei nomi dell’autore, dell’editore e, se si tratti di traduzione, del traduttore, qualora tali indicazioni figurino sull’opera riprodotta». Secondo le convenzioni internazionali che regolano le riviste open access, rispetto ai saggi pubblicati chiunque ha il diritto di «read, download, copy, distribute, print, search, or link to the full texts of its articles and allow readers to use them for any other lawful purpose».

The following ethical and editorial guidelines are inspired, in addition to those already mentioned, to the existing law provisions in the area and to recommendations of the COPE (Committee on Publication Ethics):
1. The composition of the journal is made up of scholars affiliated with Universities or research entities and institutes amounting to at least the sum of the other components and of scholars with recognized expertise in the international scientific community.
2. In order to encourage scientific research and the practices of research among young scholars, the Board of Directors has identified independent researchers and career-starting researchers as members of the journal’s bodies. They can send their own contribution, following the instructions for the authors in order to preserve anonymity.
3. The relationship between the Board of Directors and the Scientific Board is based on the independence of judgment and on collaboration to scientifically improve the quality and sustainability criteria for the journal without any interference from the editorial director and/or the publishing house, which signals any problem solely to the Board of Directors.
4. The components of the journal undertake to accept contributions for their scientific content, without discrimination grounded on race, gender, sexual orientation, religious beliefs, ethnic origin, citizenship, academic or political orientation of authors, or personal conflicts.
5. The components of the Board of Directors undertake not to communicate authors the identified referees’ identity in order to protect the confidentiality about the double-blind peer referral.
6. Contributions submitted to the the double-blind peer referral are free from any indication about the author’s name and any other reference, and are marked by a possible alphanumeric code assigned by the supervisor of the Editorial Staff, who will have also verified that the author’s name is not present in the hidden property of the file.
7. Each contribution is published showing the date of receipt and the date of acceptance.
8. If a member of the journal detects any type of violation of ethics in a published contribution, or peer referral procedures, or the author’s fraudulent statement on the originality of the contribution must give timely communication to the Board of Directors that: will inform the author; will initiate the necessary actions to ascertain the violation; and, if necessary, will withdraw the contribution or will publish a retraction.
9. The supervisor of the Editorial Staff (or, in his/her absence, the deputy supervisor) undertakes not to disclose to any other person, including the other members of the Editorial Staff, any information about the contributions submitted and any indication that can trace back to the author’s identity, which shall result in his/her timely exclusion from the journal.
10. In case a component of the Board of Directors submits a contribution, he/she will follow the same procedures of the corresponding authors. The supervisor of the Editorial Staff is entitled to send the anonymous copy to the other component of the Board of Directors or to a component of the Scientific Board. The component will send it to the two referees, or, in case he himself /she herself wants to review it, only to another referee. In case a member of the Editorial Staff submits a contribution, he/she will follow the same procedures of the corresponding authors.
11. The selection of referees is inspired by the principle of loyal institutional cooperation and is governed by criteria of fairness, objectivity, impartiality and confidentiality.
12. The components of the journal and the anonymous referees are, in addition, bound by existing law provisions in the area of defamation, plagiarism, self-plagiarism or other violations of intellectual property, and bound to respect the confidentiality on the contributions sent and the ethical standards shared by the international academic community. The information or ideas acquired by the referees and the bodies of the journal, through correspondence or referral of contributions, must be kept confidential and not used for personal benefit or for the benefit of third parties or in order to discredit someone.
13. Each contribution submitted to the journal and the book series is subjected to a vigilant check in order to detect copyright infringements or plagiarism, possibly including through anti-plagiarism software.
14. Referees must report to the Board of Directors any case in which they identify substantial compliance or similarity between the contribution under consideration and any other published texts known to them. In this case, when the equal referral procedure has ended, the Board of Directors will ascertain whether this is due to possible plagiarism.
15. Designated referees who are unable for any reason to attend the peer referral of the contribution in the required times or who communicate potential conflicts of interest, must notify their decision to the Board of Directors within 48 hours and renounce to participate to the referral.
16. If the contribution is accepted, it is intended for publication. If the the contribution is rejected or sent back for either major or minor revision, the evaluation report must include constructive comments from the referees to help the author improve the text. If the contribution is sent back to the author for revision, the referees shall receive the new version. If the Board of Directors receives divergent evaluations, the contribution is sent to a third referee (referee adjudicator), identified among the Boards of the journal or external to it. Nevertheless, where only minor changes are requested this follow-up review is not binding and may be done by the Board of Directors.
17. In consideration of the very limited number, in national and international level, of scholars relating to the scientific-disciplinary sector L-LIN/20, or any other scientific-disciplinary sectors, the Board of Directors has the authority of selecting the two referees among the journal’s bodies, ensuring that the language with which the contribution is written is comprehensible to them. For the same reason, the overall list of anonymous referees identified is published on a bi-annual and not annual basis in the journal, in order to not easily allow the pairing among referees and evaluated contributions. To this end, both the the Board of Directors and the anonymous referees are bound to obligations of full secrecy, even after the publication of contributions.
18. The authors cannot in any way request to learn the identity of their contribution’s referees or of the Board of Directors’ component responsible for the transmission of the contribution to the peer referral.
19. In addition to presenting the signed statement on the basis of the guidelines set out in the “Instructions for Authors”, the authors also undertake to always indicate in their own contribution the correct, clear and accurate reference to other authors’ scientific work, supplying the indication of the sources and scientific contributions mentioned in their own contributions, in order to avoid copyright infringement or plagiarism; and, in acknowledgments, to other people who have participated in any essential aspect of the contribution.
20. In order to encourage the scientific debate, authors who have been criticized are protected by the warranty of the right of reply in a section of the journal.
21. The journal does not involve the payment of Author Publishing Charge (APC) from authors to publish contributions in open access or charge readers, except for those ordering print copies. In addition, it does not allow covering consultancy costs for the peer referral.
22. Essays, proceedings, monographs and critical editions, issued in the book series “Quaderni di Synergheion”, are subject to double-blind peer review. They are not be published in open access and are subject to a publishing fee, the economic terms of which are set by the publishing house. They are made available as eBooks or as printed books or both, under the terms of the agreement between the publishing house and the authors. Each volume is produced with high-quality standard design, typesetting and distribution. In case of printed books, they may have, on demand, a commercial printed hardback or paperback option.
23. The use of any material published in Synergheion and in “Quaderni di Synergheion” will be available on the basis of the standard terms and conditions in the Creative Commons Licence, with the integration concerning fair use conditions pursuant to Art. 70 of Law 633/41: «The summary, quotation, reproduction of passages or parts of a work for criticism or discussion within the limits justified by such purposes and provided they are not in competition with the economic exploitation of the work; if the uses are carried out for purposes of teaching or scientific research, they must take place for the sole purpose of illustration and for non-commercial purposes. Low-resolution or degraded images and music may be freely published through the Internet, for free, for education or scientific purposes, and exclusively where such use is not for profit. In anthologies for schools, the reproduction may not exceed the limits set by the Regulations, which shall establish the modalities for the collection of equitable remuneration. The summary, quotation or reproduction shall always be accompanied by the indication of the title of the work and of the names of the author, publisher and, in case of translation, translator, if the work object of the reproduction bears such indications». In accordance with international conventions regulating open access journals, compared to published essays, any user retains the right to «read, download, copy, distribute, print, search, or link to full texts of its articles and allow readers to use them for any other lawful purpose».